top of page
  • Immagine del redattoreGaia De Pascale

Giorno 8


Oggi si fa presto, perché a scuola non ci sono proprio andata. Avevo solo la seconda e la quarta, dunque tutti in DAD, compresa me - aaah, i cari vecchi tempi del lockdown, quando tutta presa da sta faccenda della DAD non mi sono accorta, per mesi, che dietro il mio faccione incombeva, col muso penzolante fuori dal letto a castello, il mitico Bubu, bulldog inglese by Ikea. Oggi lo sapevo che c'era, ma ho voluto tenerlo con me lo stesso. Ho rivisto le cucine e i salotti dei ragazzi di QUARTA, che seguivo come insegnante di sostegno anche l'anno scorso. Le buone cose di pessimo gusto che nel tempo mi sono diventate famigliari. X hai i cuscini nuovi! Y bella la sedia da gaming, l'anno scorso non c'era. Z hai visto? Il grande ritorno di Bubu! Ho dovuto anche fare un'incursione nel piano interrato di W, che ha avuto un problema elettrico. Tutti insieme abbiamo collaborato a fargli alzare le levette giuste del contatore giusto. Ironia della sorte, stavo spiegando l'Illuminismo.

La SECONDA mi ha dato grandi soddisfazioni con il Lonfo. Uno ha creato un meta logo: ha messo i volti del padre e della bambina che hanno reso virale il Lonfo più di Proietti. Uno ha colorato il disegno di Lady Lonfo che aveva già disegnato in classe. Uno ha messo un'oca con al posto della testa una presa USB ( 'Per me il Lonfo ha il collo lungo, dunque ho pensato a un'oca, ma un'oca è già un'oca, non può essere un Lonfo, così le ho cambiato la testa). Un altro ancora ha messo la foto di Ribery, il calciatore ('per me il Lonfo è così, molto intelligente ma molto brutto').

Intanto era il 64 d.c e Roma bruciava, Nerone perseguitava i cristiani e si costruiva la Domus aurea, ed era il gennaio 2022, e il ministero dava i numeri, e alcuni miei ragazzi erano sotto le coperte con la febbre alta, alla faccia del raffreddore, altri invece erano sani come pesci ma costretti alla quarantena - alcuni, non tutti, perché le disposizioni del ministero parlano di DAD ma non specificano se si tratta di quarantena vera e propria oppure no, così decide la Asl, a seconda delle volte. A seconda se hanno o meno tempo di notificarla.

Per il resto tutto a posto. La scuola resiste, per forza, perché la scuola siamo noi, nessuno si senta escluso. Noi, loro, i Lonfi, i dugonghi e Bubu

13 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page