top of page
  • Immagine del redattoreGaia De Pascale

Giorno 12

- Scusami, ti chiedo una cosa, tu che sei precisa

- Se io sono precisa allora tu sei confusa!

Ecco, questo dialogo tra me e la mia (precisa?) tutor è il riassunto della giornata 12, quella della confusione.

Confusa e felice ho attraversato il martedì, senza capirci niente. Il martedì è così: prima ora in SECONDA, quarto piano lato mare, seconda ora in TERZA, secondo piano lato monte, terza ora in SECONDA di nuovo, quarto lato mare, quarta ora in QUARTA, terzo lato monte (lo so che l'ho già detto, ma repetita iuvant). Tutto senza buchi, senza pause, senza intervalli (però con la patta a posto!). La seconda e la terza sono in DDI, la quarta in DAD, dunque prendi il PC alla prima ora, mollalo in seconda, aspetta il cambio, vai in terza dove un altro custode di PC ti sta aspettando, ecc ecc in un accumulo di ritardi senza fine. Nei passaggi di aula, di piani, di palazzi e di PC cambia libri, quaderni, vai avanti e indietro nel tempo, la dinastia Flavia, il Barocco, poi di nuovo i Flavi, poi Dante. Così in SECONDA ho sbagliato il nome di un ragazzo 45 volte, in QUARTA sono stata come un'ebete per 10 minuti a fissare classroom chiedendomi perché diamine non si stesse collegando nessuno per poi accorgermi che ero sul link di terza, in TERZA ho spiegato una poesia che avevo già spiegato. Nel mentre ho dimenticato il telefono in terza mentre ero in seconda e il diario in seconda mentre ero in quarta. Il mio PC personale ha avuto tutta la mattinata 14 finestre aperte e ovviamente ho scritto la lezione di terza in... Vabbè avete capito. Ho preso il caffè senza zucchero perché mi sono scordata di schiacciare il tastino, ho salutato 3 volte la stessa collega e 0 un'altra che non vedevo da dicembre che deve aver pensato 'anvedi sta cafona.


Quando sul finale di giornata ho avuto quel dialogo con la mia tutor mi sono rasserenata. CONFUSA chiedeva notizie di un DVD, PRECISA non aveva la più pallida idea della risposta, forse non aveva idea nemmeno del DVD, così CONFUSA e PRECISA se ne sono state lì, in cortile, a chiedersi che fine fanno i DVD allegati ai libri, quelli che sembra non servano mai a niente e poi a un certo punto ti sono indispensabili, ma loro non ci sono più, spariti nel buco nero della tua mente o in un buco nero dell'universo, risucchiati dal grande tutto, annegati nel brodo primordiale.


All'origine era il Caos e CONFUSA e PRECISA ci sguazzavano dentro, in un quasi tranquillo martedì di gennaio. Correva l'anno 2022.

11 visualizzazioni0 commenti

コメント


bottom of page